MONITORAGGIO ATTIVITA’ CLASSI APERTE

A.S. 2016-17

Il Monitoraggio sulle attività a classi aperte, somministrato a tutti i docenti della scuola, rappresenta uno strumento per verificare l’effettiva ricaduta delle azioni proposte negli incontri calendarizzati.

Con le classi aperte, il nostro istituto intende sperimentare una “scuola diversa”: da una parte gli studenti, divisi in gruppi di livello (RECUPERO, CONSOLIDAMENTO, POTENZIAMENTO), avranno l’opportunità di conoscersi nei corsi destinati a fasce trasversali e recuperare le lacune maturate, dall’altra avranno l’occasione di mettersi in gioco in attività di potenziamento e laboratorio in contesti umani e didattici differenti.

Il questionario è stato inviato attraverso GOOGLE MODULI all’indirizzo di posta elettronica dei docenti ed è stato articolato in 5 ITEM a risposta multipla e 2 ITEM a risposta aperta.

GLI ITEM 

ITEM N.1 – Le attività a classi aperte si svolgono regolarmente rispettando il calendario prestabilito?

ITEM N.2 – Quali metodologie didattiche vengono applicate più frequentemente?

ITEM N.3 – Criticità emerse

ITEM N.4 – Punti di forza

ITEM N.5 – Gruppo di RECUPERO: Rispetto alle attese, tale strategia organizzativa ha avuto una ricaduta   positiva o negativa sugli alunni?

ITEM N.6 – Gruppo di CONSOLIDAMENTO: Rispetto alle attese, tale strategia organizzativa ha avuto una ricaduta   positiva o negativa sugli alunni?

ITEM N. 7 - Gruppo di POTENZIAMENTO: Rispetto alle attese, tale strategia organizzativa ha avuto una ricaduta   positiva o negativa sugli alunni?

 

INTERPRETAZIONE DEI DATI

Dalla lettura degli esiti conclusivi del monitoraggio, si evince che:

ITEM N.1 – Dalle risposte rilevate emerge che gli incontri si sono svolti in maniera regolare rispettando il calendario prestabilito. Infatti l’84,6 % dei docenti ha risposto positivamente al quesito.

ITEM N.2 – In merito alle metodologie didattiche quelle applicate più frequentemente risultano:

  • 64,3 % simulazione prove strutturate su tipologia Invalsi;
  • 57,1 % attività laboratoriali;
  • 39,3 % cooperative learning.

 

ITEM N.3 – In generale dalle risposte date emerge che non ci sono elementi critici; solo una parte esigua di risposte rileva criticità:

  • Nella composizione dei gruppi;
  • Nella gestione del comportamento di alcuni alunni con scarsa motivazione (Gruppo di recupero).

 

ITEM N.4 – In generale dalle risposte date emerge che i maggiori punti di forza sono:

  • Confronto positivo tra alunni della stessa fascia di livello e tra alunni e docenti;
  • Sana competizione e clima collaborativo;
  • Esiti migliori soprattutto nella comprensione dei testi scritti.

 

ITEM N. 5-6-7 – Gli interventi proposti sui gruppi di livello hanno avuto una ricaduta:

  • Gruppo di RECUPERO: parzialmente positiva – 57,1%
  • Gruppo di CONSOLIDAMENTO: positiva – 75 %
  • Gruppo di POTENZIAMENTO: positiva – 78,6 %

Avvisi formazione

Dicembre 2018
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
26 27 28 29 30 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31 1 2 3 4 5 6
Vai all'inizio della pagina