Monitoraggio delle strategie applicate

(misure dispensative/compensative)

per gli alunni con BES

A.S. 2016-17

 

Il Monitoraggio sulle strategie applicate per gli alunni con BES, somministrato a tutti i docenti delle classi interessate, rappresenta uno strumento per verificare la ricaduta delle azioni previste dal Piano Didattico Personalizzato (PDP), predisposto all’inizio dell’anno scolastico dai diversi C.d.C. e inserito nella programmazione della classe.

La prospettiva della personalizzazione, che evidenzia l’unicità di ogni studente, è dunque principio di riferimento fondamentale per tutta l’azione didattica, al di là delle specifiche situazioni di difficoltà. Quest’ultime, tuttavia, richiedono un innalzamento dell’attenzione che si concretizza con l’attuazione di diverse strategie che aiutano il singolo alunno a:

  • raggiungere gli obiettivi ritenuti indispensabili per tutti, attraverso la definizione di tempi e modi in sintonia con la sua capacità e problematicità;
  • raggiungere i massimi risultati possibili nelle diverse aree;
  • esprimere al meglio le proprie potenzialità nell’ottica della costruzione di un proprio progetto di vita.

Il questionario è stato inviato attraverso GOOGLE MODULI all’indirizzo di posta elettronica dei docenti delle classi in cui sono inseriti alunni con BES ed è stato articolato in 3 ITEM a risposta multipla e 2 ITEM a risposta aperta.

GLI ITEM

  • ITEM N.1 – FUNZIONAMENTO ABILITA’ DI LETTURA - Quali strategie metodologiche sono state applicate;
  • ITEM N.2 – FUNZIONAMENTO ABILITA’ DI SCRITTURA - Quali strategie metodologiche sono state applicate;
  • ITEM N.3 – FUNZIONAMENTO DELLE ABILITA’ DI CALCOLO – Quali strategie metodologiche sono state applicate;
  • ITEM N.4 – Eventuali difficoltà incontrate;
  • ITEM N.5 – Eventuali integrazioni che s’intendono applicare.

 

INTERPRETAZIONE DEI DATI

Dalla lettura degli esiti conclusivi del monitoraggio, si evince che:

ITEM N.1 – Dalle risposte rilevate emerge che le strategie metodologiche più efficaci nel funzionamento delle abilità di LETTURA sono:

  • Limitare o evitare la lettura ad alta voce – 33,3 %;
  • Uso di immagini e mediatori didattici (schemi, mappe, tabelle) con funzione facilitatoria – 33.3 %.

ITEM N.2  - Dalle risposte rilevate emerge che le strategie metodologiche più efficaci nel funzionamento delle abilità di SCRITTURA sono:

  • Nelle verifiche riduzione/adattamento degli esercizi senza modifica negli obiettivi – 78,6 %;
  • Uso di prove strutturate a risposta chiusa, aperta, multipla, vero/falso - 71,4 %.

 

ITEM N.3 – Dalle risposte rilevate emerge che le strategie metodologiche più efficaci nel funzionamento delle abilità di CALCOLO sono:

  • Nelle verifiche, riduzione e adattamento del numero degli esercizi senza modificare gli obiettivi – 92,3 %;

ITEM N.4 – In generale dalle risposte date emerge le maggiori difficoltà incontrate riguardano:

  • Difficoltà di attenzione e tempi attentivi molto limitati;
  • Difficoltà nella memorizzazione dei contenuti;
  • Difficoltà a ricavare informazioni essenziali dai testi.

 

ITEM N. 5 – Gli interventi integrativi/migliorativi che s’intendono applicare sono:

  • Percorsi facilitati con obiettivi uguali al resto della classe;
  • Riduzione degli argomenti e uso delle mappe concettuali;
  • Uso di testi semplificati, ricchi di immagini per facilitare l’apprendimento di linguaggi specifici.

Avvisi formazione

Dicembre 2018
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
26 27 28 29 30 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31 1 2 3 4 5 6
Vai all'inizio della pagina