Premessa

La migrazione come fenomeno sociale generato da fattori spesso drammatici. La migrazione anche come “segno dei tempi”, che annuncia l’avvento di un nuovo modo di concepire la propria terra, il proprio popolo, la propria cultura. La migrazione, infine, come movimento dell’anima, chiamata a pellegrinare su questa terra. Un destino alto e altro, dunque, che lega tutta l’umanità ad un fine posto aldilà dello spazio e del tempo. Questi i presupposti.
Al fine di orientare una concezione del mondo attuale sul particolare tema della migrazione, si è pertanto pensato di allestire una mostra che attraverso l’arte possa dar voce, volto e colore a quanto in tale fenomeno viene a prendere forma, ora sotto l’aspetto di ferita e di sradicamento, ora sotto l’aspetto di speranza nel futuro, ora sotto l’aspetto di un sacrificio presente capace di ritessere legami fraterni rinnovati tra gli esseri umani.

 

La mostra in breve

L’iniziativa coinvolge quaranta artisti di fama, tra cui anche giovani talenti, ma intende dar spazio ad alcune espressioni artistiche provenienti da migranti accolti in centri di accoglienza e desiderosi di raccontare e raccontarsi. È in questo scambio che la mostra assume i tratti di un’esperienza interculturale.
Verranno formati dei volontari per guidare i visitatori in un percorso molto suggestivo e di grande valenza didattica. 
L’ideazione, il progetto e la realizzazione dell’iniziativa è a cura dell’equipe dell’Ufficio cultura della Diocesi di Ragusa, in collaborazione con gli uffici Caritas, Migrantes e Missioni della stessa Diocesi. Direttore artistico è Salvo Barone. Direttore generale è il prof. Giuseppe Di Mauro.
La mostra sarà itinerante attraverso le città di Ragusa, Comiso e Vittoria.

E' stata prevista la realizzazione di un catalogo contenente le opere degli artisti coinvolti. Tale pubblicazione, oltre agli interventi nell’area prettamente artistica, conterrà anche contributi di pregio sul fenomeno migratorio, in modo da contestualizzare l’evento. Il ricavato servirà per sostenere le spese della mostra stessa.
Una tale iniziativa non può passare inosservata, anzi se ne auspica un’ampia partecipazione soprattutto da parte delle scuole, per una efficace e innovativa sensibilizzazione alla tematica dell’integrazione.

 

Inaugurazione e orari mostra

La mostra, ospitata all'interno del Foyer del Teatro Naselli di Comiso, sarà inaugurata il 4 aprile alle ore 19.00. La mostra rimarrà aperta dal 5 aprile al 19 aprile 2017, da lunedì al sabato, dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 17.00 alle 20.00.
L’ingresso è gratuito e aperto a tutti. 

 

Allegati:
Scarica questo file (LOCANDINA_migrantes.jpg)download[Locandina mostra MIGRANTES]761 kB

Avvisi formazione

Ottobre 2018
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31 1 2 3 4
Vai all'inizio della pagina